CLUETRAIN MANIFESTO ITALIANO PDF

Markets consist of human beings, not demographic sectors. Conversations among human beings sound human. They are conducted in a human voice. Whether delivering information, opinions, perspectives, dissenting arguments or humorous asides, the human voice is typically open, natural, uncontrived. People recognize each other as such from the sound of this voice.

Author:Gomuro Vujora
Country:India
Language:English (Spanish)
Genre:Music
Published (Last):13 December 2012
Pages:451
PDF File Size:5.57 Mb
ePub File Size:16.7 Mb
ISBN:438-3-57985-670-8
Downloads:37990
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Vuzahn



Le nuvole ci passano sopra notte e giorno. Gli oceani si alzano e ricadono. Qualsiasi cosa vi abbiano detto, le nostre bandiere sventolano libere. Il nostro cuore va avanti per sempre. Gente della Terra, ricordate. Le conversazioni tra esseri umani suonano umane. E si svolgono con voce umana. Gli iperlink sovvertono la gerarchia. Sia nei mercati interconnessi che tra i dipendenti delle aziende intraconnessi, le persone si parlano in un nuovo modo. Queste conversazioni in rete stanno facendo nascere nuove forme di organizzazione sociale e un nuovo scambio della conoscenza.

Partecipare a un mercato in rete cambia profondamente le persone. Lo stesso vale per la retorica aziendale circa il valore aggiunto ai loro prodotti di base.

Non ci sono segreti. Il mercato online conosce i prodotti meglio delle aziende che li fanno. Le aziende non parlano con la stessa voce di queste nuove conversazioni in rete.

Vogliono rivolgersi a un pubblico online, ma la loro voce suona vuota, piatta, letteralmente inumana. Le aziende possono ora comunicare direttamente con i loro mercati. Se non lo capiscono, potrebbe essere la loro ultima occasione.

Le aziende devono capire che i loro mercati ridono spesso. Di loro. Le aziende dovrebbero rilassarsi e prendersi meno sul serio. Nel migliore dei casi, su qualcosa che interessi davvero il loro mercato.

Le Pubbliche Relazioni non si relazionano con il pubblico. Le aziende hanno una paura tremenda dei loro mercati. Parlando con un linguaggio lontano, poco invitante, arrogante, tengono i mercati alla larga.

I mercati in rete possono cambiare fornitore dalla sera alla mattina. Le aziende devono chiedersi dove finisce la loro cultura di impresa. Le aziende fanno della sicurezza una religione, ma si tratta in gran parte di una manovra diversiva. Queste conversazioni si svolgono oggi sulle intranet aziendali. Ma solo quando ci sono le condizioni. Le intranet emanano noia. Quando le intranet aziendali non sono condizionate da timori o da un eccesso di regole, incoraggiano un tipo di conversazione molto simile a quella dei mercati in rete.

Gli stili di management basati sul comando e sul controllo derivano dalla burocrazia e al tempo stesso la rafforzano. Il risultato sono la lotta per il potere e una cultura di impresa paranoica.

La paranoia uccide la conversazione. Ma la mancanza di conversazione uccide le aziende. Ci sono due conversazioni in corso. Nessuna delle due va bene, nella maggior parte dei casi. Quasi sempre, alla base del fallimento ci sono le vecchie idee di comando e controllo. Come politica di impresa, queste idee sono velenose. Come strumenti, sono fuori uso. Parlano lo stesso linguaggio. I mercati vogliono parlare con le aziende.

I mercati non vogliono parlare con ciarlatani e venditori ambulanti. Vogliono partecipare alle conversazioni che si svolgono dietro i firewall delle aziende.

Sveliamoci e parliamo di noi: quei mercati siamo Noi. Vogliamo parlare con voi. Vogliamo accedere alle vostre informazioni, ai vostri progetti, alle vostre strategie, ai vostri migliori cervelli, alle vostre vere conoscenze. Noi siamo anche i dipendenti che fanno andare avanti le vostre aziende.

Vogliamo parlare ai clienti direttamente, con le nostre voci e non con i luoghi comuni delle brochures. Come mercati, come dipendenti, siamo stufi a morte di ottenere le informazioni da un lontano ente di controllo.

Sembrate parlare una lingua diversa. Il linguaggio tronfio e gonfio con cui parlate in giro — nella stampa, ai congressi — cosa ha a che fare con noi? Forse fate una certa impressione sugli investitori. Forse fate una certa impressione in Borsa.

Ma su di noi non fate alcuna impressione. Se non fate alcuna impressione su di noi, i vostri investitori possono andare a fare un bagno. Non lo capiscono? In effetti, lo stiamo creando noi. Levatevi le scarpe sulla soglia. Se volete trattare con noi, scendete dal cammello.

Semplicemente dimenticatela. Se volete che parliamo con voi, diteci qualcosa. Tanto per cambiare, fate qualcosa di interessante. Abbiamo qualche idea anche per voi: alcuni nuovi strumenti, alcuni nuovi servizi. Roba che pagheremmo volentieri. Avete un minuto? Oh, spiacenti, torneremo. Volete i nostri soldi? Noi vogliamo la vostra attenzione.

Niente paura, potete ancora fare soldi. La vostra strategia aziendale non significa niente. Vogliamo che prendiate sul serio 50 milioni di noi almeno quanto prendete sul serio un solo reporter del Wall Street Journal. Conosciamo alcune persone della vostra azienda. Sono piuttosto bravi online. Ne nascondete altri, di bravi? Possono uscire ed entrare in gioco anche loro? Ci piacerebbe che sapeste cosa sta succedendo qui. Sarebbe davvero bello.

Ma sarebbe un grave errore pensare che ce ne stiamo con le mani in mano. Abbiamo di meglio da fare che preoccuparci se riuscirete a cambiare in tempo. Sembra essere invece tutta la vostra. Pensateci: chi ha bisogno di chi? Siamo leali verso noi stessi, — i nostri amici, i nostri nuovi alleati, i nostri conoscenti, persino verso i nostri compagni di battute. Le aziende che non fanno parte di questo mondo non hanno nemmeno un futuro.

Come fanno a non sentire la bomba a orologeria nei loro mercati? Siamo dentro e fuori le aziende. Sappiamo che stanno crollando. Alle aziende tradizionali le conversazioni online possono sembrare confuse. Ci stiamo svegliando e ci stiamo linkando. Stiamo a guardare, ma non ad aspettare.

JEAN AUEL PLAINS PASSAGE PDF

Cluetrain manifesto

A revised and extended version of the text appeared as a book under the title The Cluetrain Manifesto: The End of Business as Usual in Technologies listed in the printed publication as conduits of such conversations include email, news groups, mailing lists, chat, and web pages. More recent technologies such as blogs and wikis are not mentioned. The work asserts that the term "cluetrain" stems from an anonymous source speaking about their former corporate employer: "The clue train stopped there four times a day for ten years and they never took delivery. Through the Internet, people are discovering and inventing new ways to share relevant knowledge with blinding speed. As a direct result, markets are getting smarter—and getting smarter faster than most companies. Theses 1—6: Markets are Conversations[ edit ] Historically, the authors state, the marketplace was a location where people gathered and talked to each other thesis 1 : they would discuss available products, price, reputation and in doing so connect with others theses 2—5.

CARLOS RUIZ TAGLE LA EDAD DEL PAVO PDF

Il mestiere di scrivere

Correggetemi pure se ritenete che abbia sbagliato in qualche punto. Buona lettura, e soprattutto buona riflessione! Facebook, Google e Amazon non sono i monarchi della Rete, e nemmeno i loro algoritmi. Nessun Governo o Ente Commerciale sulla Terra ha il consenso degli utenti di utilizzare la Rete come un sovrano. Entrambe le cose ci tengono uniti.

BARBU STEFANESCU DELAVRANCEA APUS DE SOARE PDF

Le 121 tesi del nuovo Cluetrain Manifesto tradotte in italiano

I mercati sono fatti di esseri umani, non di segmenti demografici. Le conversazioni tra esseri umani suonano umane. E si svolgono con voce umana. Gli iperlink sovvertono la gerarchia.

Related Articles